Impugnabilità della delibera per mancata indicazione di un argomento nell’ordine del giorno

Estratto della sentenza n. 1417/2011 del Tribunale di Reggio Calabria:

l’omessa indicazione di un argomento, poi, deliberato, all’ordine del giorno, non può essere rilevata dal condomino dissenziente nel merito, ma che non ha eccepito la irregolarità della convocazione (Cass. Civ. sent. 19/11/2009, n. 24456; Cass. Civ. sent. 24/8/1998, n. 8344). Vuol dire che, fatta salva la posizione degli assenti (che avranno sempre diritto d’impugnazione per una simile irregolarità), chi vuole contestare l’illegittimità dell’argomento si deve limitare a dire che non se ne può discutere in quanto non inserito nell’ordine del giorno e non anche dissentire nel merito poiché ciò rende inoppugnabile, per quel condomino, la deliberazione. Nel caso di specie, quindi, essendo stato il condomino N.I.S.r.l dissenziente nel merito, e non avendo eccepito preliminarmente in sede di riunione condominiale, l’irregolarità della convocazione, non può più rilevare alcunché, conseguendone la validità della deliberazione e il rigetto della richiesta di annullamento in parte qua.

Print Friendly

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento