Gestione delle richieste condominiali: niente autorizzazioni senza assemblea

Introduzione

Nell’ambito condominiale, le richieste di modifiche alle parti comuni da parte dei singoli proprietari, possono rappresentare situazioni complicate per l’amministratore. Si fa riferimento, ad esempio, all’aggiunta di una canna fumaria o l’installazione di un condizionatore. Questo articolo, offre alcuni suggerimenti pratici agli amministratori condominiali.

Gestire le richieste con attenzione

Quando si ricevono richieste per modifiche alle parti comuni, è fondamentale adottare un approccio cauto. Il mio consiglio è il seguente: non date mai alcuna autorizzazione scritta a nessun condominio.

Il ruolo dell’assemblea condominiale

A fronte delle richieste pervenute da uno dei condomini, lo “schema mentale” dell’amministratore deve essere, a mio avviso, il seguente.

L’amministratore non dà alcuna autorizzazione scritta. Se il proprietario ha bisogno di un’autorizzazione scritta è necessario convocare un’assemblea nella quale porre all’ordine del giorno la questione. L’amministratore si renderà quindi disponibile ad inserire l’argomento in occasione della prima assemblea utile.

Se il singolo condominio vuole che l’assemblea sia convocata con urgenza dovrà formulare idonea richiesta ex art. 66 disp. att. ve c.c. (salvo che la sua richiesta ricada nei casi previsti espressamente dal codice a tal fine).

Conclusione

Ritengo che l’approccio sopra esposto sia quello più prudente in quanto, procedere diversamente, significherebbe esporsi alle eventuali critiche da parte degli altri condomini. L’amministratore potrà ricordare al proprietario richiedente le norme del regolamento di condominio (ove presenti) ed i principi giurisprudenziali vigenti, ma se io fossi il professionista, non fornirei autorizzazioni scritte di alcun tipo (salvo, appunto, avere una conferma da parte dell’assemblea).

Avatar photo

Sono un avvocato e mi occupo esclusivamente di diritto condominiale. Assistito gli amministratori di condominio ed i condomini affrontando in modo concreto i problemi di tutti i giorni.

Inserisci il tuo indirizzo email per essere aggiornato sui miei contenuti